Il progetto Neuroscience and Quantitative Neuroimaging (NQN) è un’iniziativa del Centro Ricerche Enrico Fermi; si occupa dello studio della funzione cerebrale e di alcune patologie neurologiche e psichiatriche, associando lo sviluppo tecnologico alla sua applicazione per la caratterizzazione delle reti cerebrali e della dinamica metabolica a livello funzionale, strutturale e molecolare.

Le finalità generali del progetto riguardano la determinazione dei rapporti tra la funzione cerebrale e i suoi presupposti fisiologici e biochimici, o più in generale tra funzione e struttura. Il punto di vista dominante è che la struttura condizioni, ma non determini univocamente la funzione. Indipendentemente dai controversi aspetti di carattere filosofico ed evoluzionistico, il nostro approccio è di carattere eminentemente multimodale e interdisciplinare, sviluppando tra l’altro tecniche MRI, di image processing e computational modeling, e sfrutta pienamente le intrinseche proprietà mutiparametriche dell’imaging con risonanza magnetica (MRI).

È difficile sovrastimare l’importanza del neuroimaging basato su MRI per il progresso delle neuroscienze, e più in generale per la comprensione del cervello umano e di come esso sia in grado di generare un comportamento. In questo campo interdisciplinare e di frontiera nessun’altra tecnologia ha avuto infatti maggiore impatto in termini quantitativi ed anche qualitativi. Dal punto di vista quantitativo basta verificare il numero di pubblicazioni scientifiche associate all’imaging funzionale, in crescita esponenziale sin dalla sua invenzione. L’importanza qualitativa deriva invece dalle proprietà uniche dell’MRI, che da un lato è completamente non invasivo, e può dunque essere estensivamente applicato all’uomo, anche per studi ripetuti e longitudinali, dall’altro è caratterizzato dall’essere una tecnica intrinsecamente multiparametrica.

Per approfondire scarica il nostro piano triennale.