Le ricerche sulle tecniche di cremazione delle civiltà antiche di Giulia Festa sono state inserite nell’ ISIS Neutron and Muon Source annual review

A seguito di incendi o pratiche funerarie, spesso i siti archeologici e paleontologici possono contenere resti scheletrici bruciati. Studiare le ossa in questo stato non è semplice, a causa dei cambiamenti nella struttura atomica dell’osso causati dalla combustione.

Lo studio a cui è stata dedicata una pagina del rapporto annuale s’intitola “MAPS, Tosca – First analysis of ancient burned human skeletal remains probed by neutron and optical vibrational spectroscopy”. I ricercatori impegnati in questo progetto hanno utilizzato, per la prima volta, un approccio integrato, che combina tecniche spettroscopiche vibrazionali complementari compreso lo scattering anelastico dei neutroni, per studiare le ossa bruciate antiche.

Confrontando la loro analisi con le ossa umane moderne che hanno subito un processo di combustione controllata, i ricercatori sono stati in grado di definire le condizioni a cui le ossa antiche sono state soggette.

Il gruppo di ricercatori ha studiato resti ossei di esseri umani e animali provenienti da diversi siti archeologici italiani e da distinti periodi storici: neolitico, età del rame, età romana e Medioevo. Grazie alle loro analisi sono stati in grado di ottenere informazioni sulla differenza nelle pratiche di cremazione nell’età del rame, che si verificava principalmente negli incendi domestici, e in età romana, dove i corpi venivano cremati all’interno delle loro tombe a diretto contatto con il suolo.

Il lavoro portato avanti da questo gruppo di ricerca è molto importante perché fornisce agli archeologi e agli antropologi nuove informazioni sulle civiltà passate, comprese le loro sepolture e le pratiche di cucina. Capire il rapporto con i morti, stabilire quali fossero le pratiche rituali di sepoltura in termini così specifici, come quelli che riguardano le tecniche di cremazione, permette di conoscere in maniera più approfondita le civiltà antiche e i loro valori.